Il 18 e 19 febbraio si terrà ad Atene il secondo meeting del progetto SMATH - Smart atmospheres of social and financial innovation for innovative clustering of creative industries in MED area, finanziato nell’ambito del Programma di cooperazione transnazionale Interreg MED. Il progetto della durata di tre anni ha come obiettivo il miglioramento la qualità e la quantità di connessioni fra il settore culturale e quello creativo, attraverso forme innovative di aggregazione - atmosfere intelligenti (smart atmosphere). 

Informest interverrà al meeting insieme alla Direzione Cultura e Sport della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per confrontarsi sui risultati raggiunti e la pianificazione delle prossime attività.

 

Informest lavorerà a fianco della Direzione centrale Ambiente ed energia della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nella gestione del Progetto strategico "Supporto alle politiche energetiche e di adattamento climatico", acronimo SECAP, finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione transfrontaliera V-A Interreg Italia-Slovenia 2014-2020 il cui evento di lancio si terrà  il prossimo 19 febbraio presso la Sala Tessitori del Consiglio regionale a Trieste.

Il Progetto intende offrire un supporto pratico ai Comuni dell'area partner per l'adozione e l'attuazione di politiche energetiche sostenibili e di adattamento ai cambiamenti climatici. 

 

Informest ha partecipato ieri al convegno "Next Maritime Technologies Day" organizzato da MARE FVG. L'evento è dedicato al presente e al futuro delle tecnologie marittime, ed alla presentazione delle competenze delle imprese regionali e degli istituti di ricerca del settore marittimo, con un approfondimento sulle tendenze e visioni tecnologiche a medio-lungo termine dei grandi attori regionali del settore.

 

Sono aperte le selezioni per gli studenti del Dispes - Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Trieste, per effettuare tre mesi di tirocinio formativo presso Informest.

Il tirocinio si svolgerà indicativamente da martedì 5 marzo a venerdì 31 maggio 2019, con orario part-time: tutte le mattine dal lunedì al venerdì tutte le mattine dalle 9.00 alle 13.00, per un totale di 20 ore settimanali. 

 

Coordinato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo (MiPAAFT), l'obiettivo generale del progetto è quello di sostenere lo sviluppo del sistema delle denominazioni di origine controllata e delle indicazioni geografiche (IG) in Georgia attraverso la creazione di efficaci strumenti di supporto al sistema amministrativo, di controllo e sanzionatorio dei prodotti a denominazione di origine controllata, in linea con le più recenti disposizioni europee in materia.

In particolare, nei 24 mesi di attività gli esperti del Ministero delle Politiche Agricole italiano, degli enti di ricerca e dei servizi competenti delle amministrazione territoriali italiane, supportati dai colleghi francesi che agiscono nel progetto in qualità di Junior Partner, affiancheranno la controparte georgiana del Centro nazionale per la proprietà intellettuale della Georgia – “Sakpatenti” nel miglioramento ed adeguamento della legislazione e della struttura amministrativa/sanzionatoria per la protezione e controllo delle IG. Tra i risultati promessi, anche la creazione di 4 nuove indicazioni geografiche.

Informest curerà gli aspetti amministrativi e finanziari, supportando il MiPAAFT nella gestione dell’intero progetto.

 

Il Comitato delle Regioni ha invitato il sindaco di Tripoli Abdirauf Hassan Mohamed Beitelmal e il sindaco di Bengasi a partecipare al “Forum internazionale di città e regioni per la cooperazione e lo sviluppo”, presentando la buona pratica di collaborazione avviata nel settore pesca con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. All’interno della sessione dedicata alle "Iniziative di partnership efficaci tra città e regioni" i due sindaci hanno potuto presentare le azioni sviluppate nel 2018 nell’ambito del progetto PATH DEV, rimarcando come tale iniziativa specifica nel settore della pesca abbia ricadute positive per l’intero sistema di relazioni tra i due paesi.

 

Trieste, 24 gen - "I confronti e gli scambi di buone prassi che il Friuli Venezia Giulia ha con Modi'in e con le Municipalità israeliane sul tema della formazione e dell'apprendimento permanente rappresentano un'importante occasione di crescita e sviluppo. Sono quindi molto soddisfatta della prossima estensione all'intero territorio regionale delle iniziative nate dalla collaborazione con queste realtà, che possono avere ricadute positive in ambito culturale, turistico ed economico".

È con queste parole che l'assessore regionale al Lavoro, Formazione, Università e ricerca, Alessia Rosolen, ha presentato assieme a Haim Bibas, sindaco della città di Modi'in, presidente dell'Unione delle municipalità di Israele e capo della delegazione che rimarrà in regione fino al 27 gennaio, il progetto "L'apprendimento permanente in ambito formale e non formale: lo sviluppo delle soft skills", che consolida la collaborazione tra la nostra regione e lo Stato ebraico e conferma l'adesione al modello delle learning cities.

 

Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori