Salvaguardare il territorio, proteggendone la biodiversità: nella pianificazione territoriale di moderna concezione l'impatto dell'uomo sull'ambiente deve essere al centro non solo della consapevolezza comune, ma anche della normativa in materia. E' questo il focus del progetto di gemellaggio amministrativo dal titolo “Supporto istituzionale al Ministero dell’Ambiente e della Pianificazione Territoriale del Kosovo”, che da quasi due anni ormai coinvolge il paese del sud est Europa in un’attenta ricognizione del “sistema territorio” di Italia e Francia e che in questa settimana ha portato in regione una delegazione del Ministero dell’Ambiente e della Pianificazione Territoriale del Kosovo.

Tra i temi nel corso della missione di studio, e sui quali oggi il Kosovo ha più urgenza di adeguarsi da un punto di vista legislativo: l’elaborazione di linee guida per il miglioramento dei piani regolatori comunali, il monitoraggio sulle costruzioni e le edificazioni abusive, le modalità di monitoraggio dei permessi di costruzione, la creazione di un sistema di mappatura delle zone protette e delle costruzioni illegali.

Commenta Silvia Acerbi, Presidente di Informest, partner del progetto e coordinatore dell’iniziativa: "Il Kosovo è un paese strategicamente vicino alla Regione Friuli Venezia Giulia: il confronto con la nostra realtà è ricco di spunti per un paese che sta cercando con determinazione di cambiare. Lasciatosi alle spalle una stagione drammatica della propria storia, il Kosovo è impegnato in uno sforzo straordinario di ammodernamento del paese. L'organizzazione territoriale e urbanistica ne è un passaggio fondamentale, anche per il rilancio dello sviluppo economico".

Nel corso della visita, la delegazione ha avuto modo di incontrare i  rappresentanti delle istituzioni/enti tra quelli che più giocano un ruolo fondamentale nella pianificazione e riorganizzazione del territorio, avvicinandosi all'esperienza italiana della pianificazione, e al nostro modello di collegamento tra le competenze comunali e quelle regionali.

Tra gli appuntamenti più rilevanti avuti dalla delegazione: per la Regione Friuli Venezia Giulia, l’incontro con l'Assessore Mariagrazia Santoro sui temi della pianificazione e quello con i rappresentanti degli uffici dell’Assessorato all'ambiente e energia per le politiche energetiche, l’incontro con il vicesindaco del Comune di Trieste Fabiana Martini, e quello con il Presidente dell'Ezit Dario Bruni.

A completare l'agenda, il lungo sopralluogo di un luogo simbolo del Friuli Venezia Giulia per l’evoluzione dell’uso/salvaguardia del territorio: l’area del progetto Urban della città di Trieste.



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori