Sarà Trieste ad ospitare l’apertura ufficiale del progetto ChIMERA: l’evento, aperto al pubblico e dal titolo Imprese culturali e creative: buone pratiche, opportunità ed  innovazione nell’Area Mediterranea,si terrà presso l’Auditorium del Museo Revoltella di Trieste (con inizio alle ore 9.00).  Un’occasione per scoprire da vicino alcune tra le esperienze del settore ICC più notevoli ed efficaci oggi in Europa: dalla realtà dell'area Nizza-Costa Azzurra a quella del Parco Audiovisivo della Catalogna, dalla Promalaga in Andalusia al Distretto italiano Puglia Creativa. I lavori saranno conclusi dall’Assessore alla Cultura Sport e Solidarietà Gianni Torrenti che così spiega il progetto: “ChIMERA conferma il ruolo di primo piano della nostra Regione in un settore in cui stiamo rafforzando una vera e propria leadership nazionale: ricordo il primato FVG sul famoso “effetto moltiplicatore del settore culturale”: raggiungiamo quota 2,1 a fronte di una media italiana di 1,7. Anche in Friuli Venezia Giulia, le imprese culturali e creative hanno dimostrato di sapere continuare a crescere e a creare posti di lavoro nonostante la crisi. Il progetto agirà su due aspetti ugualmente strategici: uno, più concreto, riguarda la creazione di un cluster dedicato, l’altro riguarda la diffusione di una maggiore consapevolezza dell’immenso potenziale di crescita di questo settore.”

 

 

ChIMERA è finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Transnazionale Mediterraneo “MED”. L’obiettivo è quello di supportare gli attori pubblici e privati del settore delle imprese culturali e creative a implementare le proprie capacità innovative attraverso il rafforzamento della cooperazione tra imprese, centri di ricerca, enti pubblici e società civile a livello sia regionale, che europeo. La Regione Friuli Venezia Giulia, con il supporto dell’Agenzia Informest per la gestione operativa delle attività di progetto, guida in qualità di capofila un nutrito novero di regioni europee partner (15 soggetti): Basilicata e la Puglia per l’Italia, l’Andalusia e la Catalogna per la Spagna, la Regione della Costa Azzurra per la Francia, la Regione dell’Algarve in Portogallo e altri autorevoli centri di ricerca, università e ministeri della Slovenia, Albania e Grecia. ChIMERA ha un valore di € 2.470.882,00 per una durata di 30 mesi (a partire dal 1 novembre 2016).

ChIMERA in FVG

Con il progetto ChIMERA, la Regione Friuli Venezia Giulia scommette su un potenziale di sviluppo di un tipo d’impresa spesso ad altissimo tasso tecnologico, ma il cui contributo all’andamento economico generale viene ancora troppo spesso sottovalutato: ChIMERA intende promuovere e avviare la creazione di un cluster innovativo regionale nel settore delle imprese culturali e creative. Si prevede l'avvio di attività e servizi “pilota” rafforzando la cooperazione fra centri di ricerca, parchi tecnologici, imprese, amministrazione regionale e società civile e favorendo l’innovazione.

Registrazioni aperte: goo.gl/9bG563



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori