Martedì 23 gennaio alle ore 10.00 di fronte all'ingresso di Villa Ada, sede di Informest, verrà posta, da parte dell’Associazione Amici di Israele, la stolpersteine (pietra d'inciampo) in memoria di Elda Michelstaedter Morpurgo in occasione del Giorno della memoria. Sarà presente l'artista ideatore del progetto Gunter Demnig, che poserà personalmente la stolpersteine alla presenza del Sindaco Rodolfo Ziberna, dell'Assessore alla Cultura Fabrizio Oreti, della Comunità ebraica e delle classi delI'I.S.I.S.S. "D'Annunzio", che presenteranno il lavoro "IO SONO ELDA … E QUESTA È LA MIA CASA".

Cos’è una “Pietra d’Inciampo”?
Si tratta di una piccola targa in ottone a scopo commemorativo posta su un sanpietrino, che l’artista berlinese Gunther Demnig posa in memoria delle vittime del fascismo e nazismo, davanti all’ultima abitazione scelta liberamente. Le prime Stolpersteine risalgono al 1995, a Colonia; da allora ne sono stati installate più di 50.000 in moltissimi paesi. Su di essa sono incisi: nome e cognome del deportato, anno di nascita, data e luogo di deportazione e, quando nota, data di morte. L’inciampo non è fisico ma visivo e mentale, costringe chi passa a interrogarsi su quella diversità e agli attuali abitanti della casa a ricordare quanto accaduto in quel luogo e a quella data, intrecciando continuamente il passato e il presente, la memoria e l’attualità.



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori