È in corso in Israele, nell’ambito del progetto “L’apprendimento permanente in ambito formale e non formale: lo sviluppo delle soft skills”, una missione istituzionale guidata dalla Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca e università della Regione Friuli Venezia Giulia, con la partecipazione di Informest in qualità di braccio operativo.

La delegazione, composta da funzionari della Direzione formazione e istruzione e del Servizio relazioni internazionali della Regione, dall’Università delle LiberEtà, dallo IAL, dall’Agenzia nazionale Erasmus+ e da EPALE (la Piattaforma elettronica per l’apprendimento degli adulti in Europa), è supportata dal Presidente di Informest prof. Claudio Cressati e dal Direttore dell’Agenzia, dott.ssa Sandra Sodini.

Il fitto calendario di visite isituzionali ha preso avvio il 22 aprile da Tel Aviv, dove la delegazione ha incontrato la Federazione delle autorità locali di Israele per discutere di “Lifelong Learning – apprendimento continuo” e parità di genere in società multiculturali. Presso il Centro multidisciplinare della città di Modi’in è seguita la presentazione di progetti locali per l’integrazione e lo sviluppo dell’imprenditorialità. Sempre a Modi’in si è discusso di formazione permanente e promozione di modelli per l’impiego anche tramite la costituzione di partnership funzionali alla resilienza e allo sviluppo economico delle città.

 

Le visite termineranno a Gerusalemme, dove nella mattinata del 24 la delegazione sarà ricevuta presso il Ministero degli esteri per un confronto su progetti finanziati dall’Unione europea per la promozione dell’apprendimento continuo. La giornata si concluderà con l’incontro con l’Associazione israeliana per l’educazione degli adulti e con il Comitato consultivo per la rete delle “Learning Cities” (città dell’apprendimento) di Israele.

La Regione Friuli Venezia Giulia, tramite la Direzione formazione e istruzione, sostiene da anni il principio che, in un mondo che cambia velocemente, diventa sempre più importante che ogni cittadino disponga di un'ampia gamma di competenze che possano evolvere costantemente grazie a un apprendimento che continua lungo tutto l’arco della vita (Lifelong Learning). Da questi basi e dalla cooperazione con Israele è nato il progetto “L’apprendimento permanente in ambito formale e non formale: lo sviluppo delle soft skills”, della durata di 10 mesi.

L’iniziativa è infatti volta al trasferimento e allo scambio delle conoscenze e dei modelli di gestione per la realizzazione di “Learning Cities” e di “Learning Regions”, attraverso la collaborazione tra il Friuli Venezia Giulia, la Federazione delle municipalità israeliane e la città di Modi’in.

Il piano delle attività prevede per l’autunno di quest’anno la visita di una delegazione istituzionale israeliana in Friuli Venezia Giulia e, sempre con il supporto di Informest, la messa a disposizione di un documento di sintesi sull’analisi svolta nei due contesti territoriali e l’elaborazione di un prototipo di prestazione/laboratorio sullo sviluppo delle competenze trasversali da sperimentare nelle due realtà.

Informest agirà inoltre da catalizzatore di fondi europei per garantire la sostenibilità dell’iniziativa una volta concluso il finanziamento regionale.



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori