Malta ha ospitato il secondo incontro pubblico transnazionale del progetto Maestrale. Ospitati dall’Agenzia maltese per l’energia, i partner di progetto si sono confrontati con diversi stakeholder, sia rappresentanti di autorità pubbliche che di realtà di carattere privato, sui risultati raggiunti nel corso degli incontri organizzati a livello locale e su quali possano essere le nuove tecnologie applicabili al tema della Blue Energy e alle specifiche esigenze e necessità dell’area mediterranea.

Interessanti gli spunti emersi dalla discussione: per l’Università di Siena, capofila del progetto, l’inclusione nei tavoli di lavoro di rappresentanti della società civile e di istituti professionali di scuola superiore ha permesso di guardare al tema delle Blue Energy quale strumento per una sensibilizzazione sul tema dell’importanza nell’uso di fonti di energia rinnovabile e di nuove tecnologie per la produzione di energia, così come per l’Università di Tessalonicco la partecipazione di altre università al BEL organizzato a livello locale ha consentito di approfondire sia il tema delle tecnologie impiegate per le energie rinnovabili in ambito marino e i limiti e vincoli legislativi per una loro applicazione.

A latere dell’incontro pubblico i partner di progetto hanno avuto modo di fare il punto anche sulla implementazione del progetto, ad un anno dalla sua conclusione: …. stakeholder coinvolti, incontri realizzati, un database pubblico con buone pratiche ed azioni pilota già implementate in area mediterranea e una comparazione tra le legislazioni applicate dai vari paesi stanno consentendo ai partner di giungere alla definizione di azioni pilota sperimentali, che saranno presentati durante un grande evento pubblico da realizzarsi a metà del 2019.

Per il FVG  Informest grazie anche al supporto di MARE FVG ha già avviato una prima importante discussione con gli stakeholder locali sulle azioni pilota da realizzare, identificando da una parte la creazione di una filiera navalmeccanica e dall’altra una azione rivolta all’uso delle microalghe.

 



Progetti in corso

[ Tutti i progetti in corso ]

Claudio Cressati nuovo presidente di Informest

[ Il Messaggero Veneto, 3 novembre 2017 ]

Informest Social - Facebook

Informest Social - Twitter

Informest 2020 - al servizio del territorio

Aree di intervento

Informest: report di sostenibilità 2014-2016

Enti fondatori